FacebookInstagram
Comunicato Stampa 4 / 2015

COMUNICATO STAMPA 4 / 2015

ITER IGP FOCACCIA DI RECCO COL FORMAGGIO
 
Ecco l’iter, in dirittura di arrivo, che dopo l’ottenimento, sta portando la FOCACCIA DI RECCO COL FORMAGGIO a poter fregiarsi dell’utilizzo del marchio di protezione comunitario IGP.
Martedì 2 dicembre 2014 L’UNIONE EUROPEA HA RICONOSCIUTO ALLA FOCACCIA DI RECCO COL FORMAGGIO L’INDICAZIONE GEOGRAFICA PROTETTA 
Mercoledì 14 gennaio 2015 L’IGP della Focaccia di Recco è stata definitivamente iscritta nel Registro delle DOP e IGP Comunitarie 
Lunedì 2 febbraio 2015 Con Provvedimento 19 gennaio 2015 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n° 26 del 2 febbraio 2015 la registrazione IGP.

Da questo momento la Camera di Commercio di Genova (organo incaricato del controllo) ha potuto inviare il piano di controllo a Roma negli uffici Ministeriali preposti all’approvazione. Una volta ricevuta l’approvazione, la Camera di Commercio farà pervenire al Consorzio le modulistiche che ognuno dei produttori di focaccia interessati dovrà compilare per richiedere di essere assoggettati al disciplinare registrato dall’Unione Europea per poter fregiarsi del marchio comunitario. La Camera di Commercio visiterà i richiedenti, e, verificata la sussistenza dell’idoneità darà il nulla osta all’utilizzo dell’INDICAZIONE GEOGRAFICA PROTETTA.  Solo a questo punto potrà iniziare la produzione, vendita e somministrazione al pubblico della  FOCACCIA DI RECCO COL FORMAGGIO IGP. Prevedere tempistiche precise è difficile, ma i passi previsti sono questi.
FINO AD ALLORA NON SI PUO’ UTILIZZARE NE IL MARCHIO IGP NE LA DENOMINAZIONE ( questo perchè tutte le produzioni DOP e IGP devono, come da Regolamento, essere certificate e controllate da un organo che risponde direttamente al Ministero). SOLO I PRODUTTORI DI FOCACCIA COL FORMAGGIO CHE SARANNO UFFICIALMENTE INSERITI NELL’ELENCO DEGLI ASSOGGETTATI AL DISCIPINARE APPROVATO DALLA UE POTRANNO USARE MARCHIO E DENOMINAZIONE.
(così è per tutti i prodotti agroalimentari protetti dalla Unione Europea)
Si Ricorda che
LA POSSIBILITA’ DELL’ UTILIZZO DELLA PROTEZIONE COMUNITARIA È UN DIRITTO RICONOSCIUTO E RISERVATO DALL’UNIONE EUROPEA SOLO AGLI OPERATORI INSERITI NELLA ZONA DI PRODUZIONE INSERITA, RECCO, SORI, CAMOGLI E AVEGNO.
 

 

Il sito usa cookies per facilitare la navigazione.

Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.